BILANCI

BILANCIO 2017

RELAZIONE SULLA GESTIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

INTRODUZIONE DEL PRESIDENTE

Signori componenti dell’Organo di indirizzo e Signori soci,

prima di procedere alla illustrazione ed all’esame della Relazione e del Bilancio, intendo rivolgere un sentito omaggio alla memoria dei soci Maiolatesi Onello, Micucci Alfredo e Pizzi Giorgio, scomparsi nel corso del 2017, alle cui famiglie rinnoviamo oggi i sensi del nostro più sentito cordoglio.

***

Il progetto di bilancio relativo all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017, che il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto è tenuto a predisporre nel rispetto del vigente Statuto, viene redatto in modo da fornire una chiara rappresentazione dei profili patrimoniali, economici e finanziari dell’attività svolta dalla Fondazione ed una corretta rappresentazione delle forme di investimento del patrimonio, in osservanza delle previsioni legislative e regolamentari in materia.
Il bilancio consuntivo della Fondazione, composto dallo Stato Patrimoniale, dal Conto Economico, Rendiconto Finanziario e dalla Nota Integrativa, è corredato di una relazione degli Amministratori sulla Gestione, suddivisa in due sezioni: il Bilancio di Missione e la Relazione Economica e Finanziaria.
Il Bilancio di Missione è stato formato applicando il modello elaborato in ambito ACRI, con la partecipazione dell’Autorità di Vigilanza, allo scopo di proporre un formato omogeneo di rendicontazione.

***

Circa l’attività degli Organi Collegiali della Fondazione, si osserva che è stata sempre puntuale ed assidua, concretizzandosi in 2 riunioni dell’Assemblea dei Soci, 5 riunioni dell’Organo di Indirizzo, 9 riunioni del Consiglio di Amministrazione.
I Soci in carica al 31.12.2017 sono n. 80 di cui n. 78 di nomina assembleare e n. 2 su designazione di enti locali territoriali.
I Soci onorari sono n. 4.
La Fondazione partecipa attivamente anche alle riunioni della Consulta delle Fondazioni Umbre, il cui coordinamento viene svolto, al momento, dalla nostra Istituzione.
La attività della Fondazione è stata espletata in conformità alle linee di operatività e con gli obiettivi previsti nel Documento Programmatico Previsionale deliberato dall’Organo di Indirizzo nel mese di ottobre 2016, i cui contenuti fanno riferimento a quelli, più generali, indicati dallo stesso Organo nel Documento Programmatico Triennale 2017-2019.
La scelta dei settori rilevanti, decisa dall’Organo di indirizzo in sede di approvazione del suddetto Documento Programmatico Triennale, è avvenuta nel rispetto delle disposizioni contenute nel Regolamento, di cui al Decreto Ministeriale n. 150 del 18 maggio 2004, previa una attenta valutazione delle attese e dei bisogni del territorio.
L’ampio numero dei settori e il conseguente articolato panorama di obiettivi, programmi ed interventi su cui si è dedicata, e si dedica, la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, corrispondono alla missione di sovvenire alle sempre più difficili e molteplici esigenze del territorio di riferimento. Per quanto concerne le modalità di intervento, nel 2017 il bando ha costituito una importante modalità operativa per selezionare le richieste di erogazione da deliberare, progetti attentamente vagliati, assumendo nel contempo anche un ruolo diretto nell’espletamento della propria missione attraverso la realizzazione di progetti propri.
Si reputa, al riguardo, opportuno segnalare la ricorrenza del 25° anniversario della costituzione della Fondazione che ha rappresentato non solo un momento di grande coinvolgimento emotivo, ma anche il tracciato di una lunga storia, nel corso della quale la nostra Istituzione ha saputo raccogliere un ampio consenso da parte della Comunità nei confronti della quale ha svolto una attività essenziale per lo sviluppo economico e sociale, in stretta colleganza con istituzioni, enti ed associazioni che arricchiscono il territorio spoletino, valorizzando altresì i legami consolidati nel tempo con i Comuni viciniori.
Si sottolinea la collaborazione con le altre fondazioni umbre, che si è concretizzata con la mostra “Un immenso bene umbro” in Perugia, dalla quale si può evincere, sia pure parzialmente, l’attività svolta sia singolarmente sia come Consulta offrendo ad un ampio pubblico la visione di alcune delle opere di proprietà.
In ambito locale, in data 29 giugno 2017 è stata inaugurata una mostra, in concomitanza con il Festival dei due Mondi, di alto spessore artistico del Maestro Afranio Metelli, la cui famiglia ha donato alla Fondazione le opere esposte.
Nell’ambito del Festival dei Due Mondi, è stato istituito il Premio Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, assegnato quest’anno alla étoile Eleonora Abbagnato, a conclusione dello spettacolo “Omaggio a Maria Callas” del 2 luglio.
Si annota la donazione di numero ventisette opere del Maestro Giuseppe De Gregorio da parte della famiglia, resa pubblica grazie ad una conferenza stampa dove è stata illustrata la figura umana e professionale dell’Artista.
E’ seguita nel mese di dicembre una interessante mostra esponendo alcuni pezzi rappresentativi del percorso maturato dal Pittore.
Sempre nel 2017 particolare rilievo assume il contributo in favore dell’Istituzione Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” che ha confermato l’insostituibile ruolo nella valorizzazione dei giovani cantanti lirici.
Di particolare rilievo è stata, inoltre, l’iniziativa di presentare, tramite la stampa estera, la città di Spoleto, come città vivibile, valorizzando il patrimonio artistico e il percorso meccanizzato. Il lavoro svolto dalla nostra Fondazione ha avuto altresì un significativo riconoscimento, il 1 novembre a New York presso il Guggenheim Museum, ricevendo il premio “Leadership Excellence Award” in una memorabile serata organizzata dalla rivista Panorama, alla presenza di oltre duecento partecipanti.
Né può tralasciarsi il successo che continua ad avere la fiction televisiva “Don Matteo 11”, le cui riprese offrono immagini magiche di Spoleto che favoriscono la vocazione turistica della Città.
Non si può non ricordare anche la donazione all’Ospedale di Spoleto di una TAC di ultima generazione, nonché l’adeguamento informatico per la RM e l’Ecografo portatile, che testimonia la importanza che la Fondazione annette al problema salute ed al ruolo che il nosocomio svolge nel territorio.
Anche in questo esercizio la Fondazione ha sostenuto le categorie svantaggiate, e ciò in conseguenza degli
effetti negativi derivanti dalla persistente crisi che caratterizza il territorio, maggiormente aggravati dagli eventi sismici che hanno colpito recentemente le nostre zone.

***

Per quanto riguarda la gestione del patrimonio, la Fondazione, pur nel difficile contesto di crisi finanziaria generale, ha proseguito la strategia di investimento del patrimonio secondo criteri di prudenza e di diversificazione, oltre che la continua ricerca di redditività infra annuale, per assicurare le risorse necessarie all’attività istituzionale, progettuale ed erogativa.

***

Infine, desidero rivolgere un cordiale saluto a Carlo Pacifici ed Edoardo Torlini che hanno lasciato il Consiglio di Amministrazione per fine mandato, nonché un sentito e sincero ringraziamento a tutti gli Organi della Fondazione per la loro fattiva partecipazione e competenza e per i contributi offerti per il raggiungimento degli obiettivi programmati.

***

Un vivo ringraziamento al Ministero dell’Economia e delle Finanze ed alla nostra Associazione di categoria
A.C.R.I. per la loro costante e preziosa disponibilità.


Spoleto lì, 27 marzo 2018

IL PRESIDENTE

IN ARCHIVIO

Scarica i Bilanci della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto in formato .pdf